CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ENNA

 

BANDO PER L’ACCESSO AL CORSO GRATUITO DI

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL’AVVOCATURA PER LE IMPRESE SICILIANE NEL BACINO MEDITERRANEO”

FINANZIATO DALLA CASSA FORENSE

AVVISO PUBBLICO DIVULGATO NEI 16 C.O.A. SICILIANI

NEL SITO DEL C.O.A. DI ENNA

NEL SITO  DELL’UNIONE ORDINI FORENSI SICILIANI

****************

Sintesi del progetto e obiettivi del corso

Rapporti giuridici e contrattualistica internazionale mirata per singole nazioni.

Il corso di alta formazione consiste dall’esigenza di aprire un nuovo spazio di mercato per gli avvocati siciliani.

Invero, di fronte alle sfide della globalizzazione e della rivoluzione tecnologica, ed alla vacatio della specializzazione di avvocati siciliani nella materia de qua è opportuno fissare una nuova strategia con l’obiettivo di creare e formare degli avvocati per attuare delle strategie e garanzie per rendere “l’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro ed una maggiore coesione sociale” in sinergia con le direttive e temi di cui all’ “Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, varata dalle nazioni Unite nel 2015, ancora non attuata  nella maggior parte della Sicilia.

Nell’ambito di una corretta strategia della formazione degli avvocati vi è da tenere in considerazione la variegata applicazione della legislatura Italiana con quella dei paesi del bacino mediterraneo, oltre che il rapporto giuridico con la innovazione, delle mirate riforme economiche, della coesione sociale e dell’ambiente.

La strategia del presente progetto è quella di formare un team di avvocati con l’obiettivo di aiutare le imprese a riprendersi dalla crisi economica e ad uscirne rafforzate, incentivando la competitività, la produttività, il potenziale di crescita, la coesione sociale e la convergenza economica per il prossimo decennio, attivando un interscambio commerciale con i stati del bacino mediterraneo più tutelato giuridicamente.

Le priorità individuate sono le seguenti:

• crescita intelligente: sviluppare un’economia basata sulla conoscenza esull’innovazione sul profilo giuridico;

• crescita sostenibile: promuovere un’economia più efficiente sotto il profilo dellerisorse, più verde e più competitiva;

• crescita inclusiva: promuovere un’economia con un alto tasso di occupazione chefavorisca la coesione sociale e territoriale, il tutto coronato da una preparazione mirata da parte di un team di avvocati i quali dovranno avere una corretta conoscenza della lingua Inglese e della legislatura dei paesi del bacino mediterraneo interessato.

La politica regionale dell’UE

Detto progetto è in sinergia con la politica regionale, in rapporto all’orientamento principale della politica di investimento dell’Unione europea che è rivolta a sostenere la creazione di posti di lavoro, la competitività tra imprese, la crescita economica, lo sviluppo sostenibile ed il miglioramento della qualità della vita dei cittadini in tutte le regioni e le città dell’Unione europea.

Aree territoriali interessate

Il progetto de quo interessa tutti gli stati ubicati nel bacino mediterraneo.

Il C.O.A. di Enna, posizionato al centro della Sicilia, ha inteso concentrarsi su un corso che preveda la formazione di 30 avvocati che potranno acquisire le competenze necessarie per supportare le aziende del territorio nei processi di internazionalizzazione nel mercato all’interno del bacino del mediterraneo.

Invero, l’intensificazione dell’internazionalizzazione commerciale si è accompagnata ad una parallela crescita dell’internazionalizzazione produttiva che ha delle criticità evidenti in Sicilia, quale quella della mancanza di specializzazione mirate allo interscambio commerciale; ergo le aziende sono scoperte avvolte da una adeguata tutela giuridica.

Il percorso proposto è direttamente ed immediatamente funzionale ad uno sviluppo economico del territorio, delle sue aziende e dei professionisti che vi insistono.

Organizzazione e durata del corso

Il corso si svolgerà in modalità mista, ad Enna presso il Tribunale nella sala multimediale che sarà realizzata all’occorrenza e da remoto su piattaforma .

Le attività didattiche saranno suddivise in due moduli formativi:

  1. Il primo di ore 40 dedicato alla lingua Inglese giuridica (ore 40 specialistica);
  2. Il secondo di ore 30 sarà finalizzato all’acquisizione di competenze tecnico giuridiche del commercio internazionale limitato al bacino del Mediterraneo, relazioni commerciali, cooperazione tra imprese nel commercio internazionale.

Il corso si sviluppa sin 80 ore complessive, articolate come di seguito:

Denominazione

Durata

Step

modulo teorico dedicato alla lingua inglese giuridica sugli aspetti  della materia oggetto del corso

Ore 25 –

primo step

modulo di “case history” e/o di “best practice” sulla materia oggetto del corso

Ore 5 -

quarto step

modulo teorico pratico di esercitazione scritta   ( n. 2) in  lingua inglese giuridica su aspetti giuridici della materia oggetto del corso

Ore 10 -

terzo step

modulo teorico competenze tecnico giuridiche del commercio internazionale limitato al bacino del Mediterraneo, relazioni commerciali, cooperazione tra imprese nel commercio

Ore 30 -

secondo step

modulo teorico pratico di esercitazione scritta  (n. 2 -  di cui una in Inglese ) competenze tecnico giuridiche del commercio internazionale limitato al bacino del Mediterraneo, relazioni commerciali, cooperazione tra imprese nel commercio

Ore 10 - 

quinto step

Totale

80 ore

Le esercitazioni scritte saranno valutate insieme alla prova finale teorica e tesina dalla commissione composta dai due docenti e dal Presidente del C.o.A. di Enna o suo delegato.

Requisiti di partecipazione e modalità di presentazione della domanda

Tutti requisiti, i titoli richiesti e quelli allegati, così come ogni elemento legittimante alla presente procedura, dovranno essere posseduti, senza eccezioni, entro e non oltre la data di scadenza del termine per la presentazione delle domande come sotto indicati nelle indicazioni sul contenuto della domanda.

Possono presentare la domanda di partecipazione al corso gli avvocati e le avvocate in regola con l’iscrizione alla Cassa Forense, inviando la richiesta di partecipazione al seguente indirizzo di posta elettronica: proposte_segnalazionicoaenna@pec.serviziposta.it; , pec istituzionale del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Enna, indicando nell’oggetto;

 “Richiesta partecipazione al corso di “Internazionalizzazione dell’avvocatura per le imprese siciliane nel bacino mediterraneo”.

Sarà data priorità alle domande arrivate secondo il meccanismo “Click Day” all’indicata pec. proposte_segnalazionicoaenna@pec.serviziposta.it.

Le domande dovranno essere presentate tramite pec dalle ore 8:00 del 20 NOVEMBRE  2021 alle ore 24:00 del 30 NOVEMBRE 2021.

Le domande inviate ad altre caselle di posta elettronica, non saranno prese in considerazione.

Le domande inviate in forma cartacea non saranno prese in considerazione.

Viene assicurata la parità di genere, prevedendo almeno il 50% di partecipanti per ciascun genere, in caso di domande pervenute in numero superiore a quello massimo previsto.

Per la validità dell’invio informatico il candidato dovrà utilizzare una casella elettronica certificata. L’indirizzo della casella PEC del mittente deve essere obbligatoriamente riconducibile, univocamente, all’aspirante candidato.

Non sarà, pertanto, ritenuta ammissibile la domanda inviata da casella di posta elettronica semplice/ordinaria (PEO) anche se indirizzata all’indirizzo di posta elettronica certificata sopra indicato.

L’invio informatico, fatto salvo il rispetto di tutte le altre prescrizioni previste dal presente avviso, l’invio della domanda e dei relativi allegati, deve essere effettuato, in unico file (anche compresso/zippato) di capacità massima di 30 MB, in formato PDF, tramite l’utilizzo della posta elettronica certificata (PEC).

In caso di superamento della capacità massima occorre provvedere ad invii multipli.

L’invio tramite PEC, come sopra descritto, sostituisce a tutti gli effetti l’invio cartaceo tradizionale.

Si precisa che il termine ultimo di invio da parte dello stesso, a pena di esclusione, resta comunque fissato nel giorno di scadenza dell’avviso (max ore 23.59).

Non è consentita la consegna a mano delle domande.

Non è ammessa la produzione di documenti dopo la scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione, salvo attivazione del subprocedimento di soccorso istruttorio promosso dall’Ordine, qualora ne ricorrano i presupposti.

L’Amministrazione non assume responsabilità per dispersioni di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato in domanda, né da eventuali disguidi comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Contenuto della domanda

La domanda dovrà essere sottoscritta dall'interessato, anche – in alternativa- in forma digitale, pena l’inammissibilità dell’aspirante; ai sensi dell’art. 39 comma 1 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, la firma in calce alla domanda non è soggetta ad autenticazione.

Nella domanda gli aspiranti dovranno indicare:

a) il nome e cognome, la data, il luogo di nascita e la residenza;

b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente. I cittadini rientranti nell’ambito di applicazione del D.P.C.M. 07.02.1994 n. 174 e ss. mm. e ii. dovranno altresì dichiarare di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza e di avere adeguata conoscenza della lingua italiana.

c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

d) le eventuali condanne penali riportate (anche se sia stata concessa amnistia propria o impropria, indulto, perdono giudiziale o riabilitazione, non menzione; per condanne si intendono quelle comminate anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta ex artt. 444 e seguenti c.p.p. quale che sia la pena comminata e le condanne conseguenti alla non opposizione al decreto penale di condanna), nonché i procedimenti penali eventualmente pendenti;

e) i titoli di studio accademici e/o professionali posseduti, con riferimento alla materia oggetto del corso;

f) la data di iscrizione all’albo professionale;

g) la iscrizione alla Cassa Nazionale Forense;

h) il domicilio presso il quale deve essere inviata ogni comunicazione relativa all’avviso;

i) il proprio consenso al trattamento dei dati, ai sensi dell’art. 13-14 del Regolamento UE 2016/679, anche ai fini dell’eventuale comunicazione, agli Ordini degli Avvocati indicati nel bando, della graduatoria.

La redazione di dichiarazioni mendaci e/o l’omissione di informazioni richieste dal bando determinano l’esclusione dalla procedura o, se riscontrate in seguito, all’inizio del corso, sono causa di decadenza dalla partecipazione al medesimo e di segnalazione al Consiglio Distrettuale di Disciplina.

Alla domanda il candidato dovrà allegare:

- fotocopia non autenticata della carta di identità o altro documento di riconoscimento in corso di validità, sottoscritta in calce, in modo leggibile oppure mediante firma digitale, per la conformità all’originale.

Ai sensi delle norme vigenti in materia, dovranno essere autocertificati, pena la non ammissione:

- attuale iscrizione all’albo professionale, con indicazione della data di decorrenza e della sede;

- attuale iscrizione alla Cassa Nazionale Forense.

Il possesso dei requisiti di ammissione ed i titoli e servizi che il candidato ritenga opportuno presentare agli effetti della ammissione e agli effetti della formulazione della graduatoria devono essere dichiarati mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (che può essere contestuale alla domanda).

La dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (art. 46 e 47 DPR 445 del 28.12.2000) deve obbligatoriamente riportare la seguente dicitura: “il sottoscritto consapevole che in caso di dichiarazioni mendaci o non più rispondenti a verità e di formazione o uso di atti falsi si applicheranno le sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del vigente Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa e che, ai sensi dell’art. 75 del Testo unico citato decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, sotto la sua personale responsabilità dichiara …” .

Non saranno prese in considerazione dichiarazioni sostitutive redatte senza precise indicazioni di oggetto, tempi e luoghi relativi a titoli, stati e qualità oggetto della dichiarazione stessa.

La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà dovrà essere inviata unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità e sottoscritta in calce.

L’ Amministrazione coinvolta nel presente procedimento procederà ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e qualora dovessero emergere ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, oltre alla decadenza dell’interessato dal corso, sono applicabili le sanzioni penali e disciplinari previste dalla normativa vigente.

Non saranno considerate ammissibili le istanze di partecipazione dei candidati:

- che non siano in possesso dei requisiti di partecipazione previsti nel presente avviso;

- che non siano state sottoscritte o corredate di copia sottoscritta del documento di identità;

- che siano pervenute fuori dei termini di presentazione previsti dall’avviso di incarico.

Qualora dall’esame della domanda e della documentazione prodotta si dovesse accertare la carenza dei requisiti per l’ammissione, l’amministrazione con provvedimento motivato dispone l’esclusione che sarà notificata all’interessato mediante  PEC.

La presentazione della domanda di partecipazione comporta l’accettazione, senza riserva, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente avviso e di tutte le norme in esso richiamate.

Numero dei partecipanti ed assessment

Il numero massimo dei partecipanti è di 30 unità con possibilità di estensione.

A ciascun partecipante che completa con successo il corso sono attribuiti n. 25 crediti formativi valevoli per l’assolvimento degli obblighi di formazione continua degli Avvocati.

L’assessment è dato da un questionario finale di feedback dei partecipanti e da valutazione di docenti e tutors.

Il corso è gratuito con obbligo di frequenza .

Formulazione della graduatoria  degli ammessi al corso

La graduatoria sarà comunicata via mail ai candidati ammessi e pubblicata sul sito web del C.O.A. di Enna, http://www.ordineavvocatienna.it/ con l’indicazione delle iniziali del cognome, nome ed ordine di appartenenza.

La graduatoria dei candidati ammessi verrà redatta conformemente ai principi di trasparenza e di correttezza sostanziale.

Tutte le comunicazioni ai candidati inerenti lo svolgimento della presente procedura saranno effettuate esclusivamente mediante pubblicazione sul sito dell’Ordine degli Avvocati di Enna..

Obblighi di frequenza

Il corsista è tenuto alla frequenza di almeno l’80% delle attività formative previste e deve presentare obbligatoriamente una tesina finale multimediale.

Al termine del corso, ai candidati risultati idonei per presenze, verrà rilasciato attestato di partecipazione.

Corpo docente

 

I docenti ed i tutors sono stati individuati sulla base del curriculum scientifico e/o professionale in
coerenza con i temi trattati, tra professionisti di comprovata esperienza nel settore di riferimento e/o professori/ricercatori universitari, unitamente a top manager e/o funzionari di aziende operanti nel settore di riferimento.

 

Nominativo

Modulo

Qualifica

Carmela Panella

Diritto internazionale

Docente universitario Facoltà di Giurisprudenza di Messina

Marcello Mancuso

Docente Inglese Giuridico

Avvocato  - Docente Scuola di specializzazione Kore Enna

Antonella Macaluso

Tutor

Avvocato

C.O.A.

Segreteria

Segretario

Tutela della privacy e disposizioni finali

 

La graduatoria sarà pubblicata sul sito della C.o.A. di Enna .

Per ogni eventuale informazione inviare al seguente indirizzo di posta elettronica: proposte_segnalazionicoaenna@pec.serviziposta.it.

Ai sensi dell'art. 13-14 del Regolamento UE 2016/679, l’amministrazione del corso informa i candidati che il trattamento dei dati personali da essi forniti in sede di partecipazione alla procedura di selezione o comunque acquisiti a tale scopo sarà finalizzato unicamente all'espletamento della selezione medesima e avverrà con l'utilizzo anche di procedure informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità, anche in caso di comunicazione a terzi.

I dati resi anonimi, potranno, inoltre, essere utilizzati dal Titolare del Trattamento ai fini di elaborazioni statistiche.

Saranno trattati dati personali comuni (es. dati anagrafici, dati di contatto ecc.) ed eventualmente categorie particolari di dati di cui all’art 9 del Regolamento UE 2016/679 (es. dati relativi allo stato di salute come l’appartenenza a categorie protette), contenuti nel CV o in altra documentazione trasmessa ed eventuali dati giudiziari di cui all’art 10 del Regolamento 2016/679 desumibili dalla documentazione prodotta e che saranno trattati solo nei casi e nei modi consentiti dalla legge, compreso il diritto all’oblio e alla portabilità.

Il conferimento di tali dati è necessario per valutare i requisiti di partecipazione alla selezione e il possesso dei titoli, pena rispettivamente l'esclusione dalla procedura di selezione ovvero la mancata valutazione dei titoli stessi.

Ai candidati sono riconosciuti i diritti di cui agli artt. 15 e ss. del Regolamento UE 2016/679, in particolare il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l'aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, di opporsi al loro trattamento per motivi connessi ad una situazione particolare nonché di richiedere la portabilità del dato in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da un dispositivo automatico.

I dati saranno conservati per tutto il tempo strettamente necessario alle finalità di cui sopra, fatti salvi gli eventuali termini di conservazione previsti da norme di legge o regolamento, nonché per l’esercizio o la difesa di diritti in sede giudiziaria.

L’interessato potrà esercitare tali diritti inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica PEC sopra indicato.

Il Titolare del trattamento è il C.o.A. di Enna

Il Responsabile della protezione dei dati è il DPO dell’Ordine Avvocati di Enna.

 

Il C.O.A. di Enna garantisce che i dati personali dei partecipanti, acquisiti con la partecipazione al corso e nelle sue successive fasi, saranno trattati per il solo svolgimento delle attività formative, non saranno trasmessi a terzi e saranno conservati per il tempo necessario allo svolgimento del corso nei limiti stabiliti dalla normativa di riferimento e nel rispetto dei principi generali di trasparenza, correttezza e riservatezza.

Enna,  12.11.2021

Il Consigliere direttore del corso  del C.o.A.  di Enna

      Avv. Antonio Benintende

Il Presidente del C.o.A. di Enna              Avv. Salvatore Spinello   

FAC SIMILE domanda di partecipazione (in carta semplice)

Al

CONSIGLIO DELL’ORDINE AVVOCATI  di

ENNA

PEC proposte_segnalazionicoaenna@pec.serviziposta.it

 

Oggetto: Richiesta partecipazione al corso di “Internazionalizzazione dell’avvocatura per le imprese siciliane nel bacino mediterraneo”.

 (Progetto realizzato con il contributo economico di Cassa Forense)”

 

Il/la sottoscritto/a Avv__________________________________________, presa visione del bando

CHIEDE

di poter partecipare alla procedura di selezione in oggetto.

A tal fine, consapevole delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni mendaci o non più rispondenti a verità e di formazione o uso di atti falsi, si applicheranno le sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del vigente Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa e che, ai sensi dell’art. 75 del Testo unico citato decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, sotto la sua responsabilità

 

DICHIARA

  •  di essere nato/a a ______________________ prov.___________il ___________________ Cod. Fisc.____________________________________________;
  1. essere residente a ___________________prov.__________CAP________________in via/piazz/corso______________________________________n.________Telefono_______

 

di (barrare la casella che interessa):

di essere cittadino/a italiano/a

di essere cittadino/a dello Stato _____________________e di essere in possesso dei seguenti requisiti di cui all’art.3 del DPCM 7.2.1994 n. 174:

 godere dei diritti civili e politici dello stato di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi che ne impediscano o limitano il godimento ______________________;

 

di essere iscritto/a nelle liste elettorali del Comune di ____________________;

di essere in possesso dei diritti civili e politici;

  •  di (barrare la casella che interessa)
  • non avere riportato condanne penali
  • aver riportato le seguenti condanne penali (indicare la data della sentenza, l’Autorità che l’ha emessa ed il reato commesso; la dichiarazione va resa anche per le condanne condonate; vanno inoltre indicati i procedimenti penali per i quali sia intervenuta amnistia propria o impropria, indulto, perdono giudiziale o riabilitazione, non menzione; per condanne si intendono quelle comminate anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta ex artt. 444 e seguenti c.p.p., quale che sia la pena comminata e le condanne conseguenti alla non opposizione al decreto penale di condanna) ________________________________________________________________________________________________________________________________________ _______________________

 

  •  di (barrare la casella che interessa)
  • non avere procedimenti penali in corso
  • aver in corso i seguenti procedimento penali (indicare specificamente i procedimenti penali in corso, citando gli estremi del procedimento nonché i reati per i quali si procede)

 

________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

  1. non essere stato interdetto dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;
  •  di essere iscritto all’Albo degli Avvocati di _________________________________;

 

  1. essere iscritto alla Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza Forense;
  2. (barrare la casella che interessa)
  • non aver riportato sanzioni disciplinari;
  • aver riportato le seguenti sanzioni disciplinari definitive (indicare il tipo di sanzione inflitta e la data del provvedimento):

________________________________________________________________________________________________________________________________________

  •  di essere in regola con l’obbligo formativo per l’ultimo triennio;

 di voler ricevere tutte le comunicazioni riguardanti la procedura di selezione al seguente indirizzo PEC:

 

____________________________________________________________________________,

impegnandosi a comunicare, per il tramite dell’indirizzo PEC riportato nel bando, le eventuali successive variazioni e riconoscendo che il Consiglio dell’Ordine sarà esonerato da ogni responsabilità in caso di irreperibilità del destinatario;

  1. aver preso atto dell’informativa di cui agli articoli 13 e 14 del Regolamento Generale sulla protezione dei dati UE 2016/679 ed esprime il proprio consenso al trattamento dei suoi dati personali da parte della scuola di diritto internazionale del C.o.A. di Enna, anche ai fini dell’eventuale comunicazione, agli Ordini degli Avvocati sopra indicati.

 

Allegati:

fotocopia non autentica della carta di identità o di altro documento di riconoscimento in corso di validità e tesserino iscrizione all’albo.

Luogo e data

                             ______________________ _________________________________

(firma leggibile)*

 

Ai sensi dell’art. 39 comma 1 del DPR 28 dicembre 2000 n. 445 la firma non deve essere autentica. La mancata sottoscrizione darà luogo ad inammissibilità della domanda

* Ai sensi del D.Lgs n. 82/2005 e s.m.i. e norme collegate, la domanda può essere sottoscritta anche digitalmente.

 

 

 

EVENTI

NUOVI ASSETTI E SFIDE DELLO SPORT POST COVID - 19
AGRIGENTO - INCONTRO STUDIO "A TUTELA DELLE DONNE"
CAMERA AVVOCATI TRIBUTARISTI PALERMO - SEMINARIO APPROFONDIMENTO TRIBUTARIO
C.O.A. ENNA - TECNICHE DI REDAZIONE DEGLI ATTI NELL'ERA DEL PCT

Developed by FADSicilia and Pippo Lombardo